AIDS e Leucemia Felina: cosa devi sapere

AIDS-e-Leucemia-Felina-cosa-devi-sapere-
0

AIDS e Leucemia Felina: cosa devi sapere

Se hai un gatto assicurati che venga testato per FIV e FeLV.

Cos’è la FIV?

Il virus dell’ Immunodeficienza Felina (FIV) è un virus molto simile all’ HIV dell’uomo. Il virus della FIV non può essere trasmesso all’uomo e viceversa, ma entrambi hanno una patogenesi simile.

Il virus può avere una lunga fase di latenza, anche di anni, in cui le difese immunitarie del gatto si deteriorano gradualmente. Alla fine della fase di latenza si sviluppa l’AIDS, cioè la sindrome di immunodeficienza acquisita, caratterizzata da infezioni e malattie sistemiche secondarie. I sintomi sono variabili, come febbre, congiuntivite, stomatite, problemi oculari.

Come si trasmette la FIV?

Il virus della FIV si trasmette principalmente attraverso i morsi durante le lotte tra gatti. E’ possibile anche la trasmissione da mamma a cucciolo durante la gravidanza, per questo è importante testare anche gatti che non sono mai apparentemente venuti a contatto con altri gatti. Potrebbero essere positivi alla nascita.

Cos’è la FeLV?

Il virus della Leucemia Felina (FeLV) è considerato una delle principali cause di morte nel gatto. Le conseguenze più frequenti di questa infezione sono immunodepressione, anemia e tumori linfatici come il linfoma.

Come si trasmette la FeLV?

Il virus della FeLV si trasmette attraverso i liquidi organici come saliva, urina, secrezioni nasali e latte materno. Il contagio è molto rapido e semplice soprattutto nei gatti che vivono a stretto contatto con altri gatti non testati e non vaccinati. Anche questo virus può essere trasmesso alla nascita dalla mamma.

Cosa fare per prevenire?

È importante che tutti i gatti vengano testati per queste due malattie virali. Il test si esegue prelevando alcune gocce di sangue dal gatto e in 10 minuti si ha l’esito sia per FIV che per FeLV. Il test è combinato.

È consigliabile testare i gatti intorno ai 6 mesi tramite i test ambulatoriali. In alcuni casi è possibile eseguire un test precoce come la PCR per il DNA provirale, in grado di rilevare l’infezione in gattini più giovani.

Per prevenire la FIV è importante sterilizzare i gatti in modo da ridurre gli accoppiamenti e le lotte durante i calori delle femmine.

Per la FeLV esiste un vaccino ed è fondamentale vaccinare i gatti che hanno accesso all’esterno e che quindi possono andare a contatto con altri gatti di cui non si conosce lo stato sierologico.

Se vuoi inserire un altro gatto in famiglia mi raccomando assicurati di testarlo prima di accoglierlo a meno che il gatto che vive già in casa sia vaccinato per la FeLV.

Con i Piani di Salute AVR testiamo sempre i gatti per FIV e FeLV e inseriamo il vaccino FeLV.

Articoli Correlati

Lascia un commento