0C1DBF58-3178-421C-970D-565021B6F4BC_1_105_c
0

Diagnosticare l’insufficienza renale precocemente? Ora è possibile!

Capire se il gatto stia sviluppando insufficienza renale non è semplice. I primi segni di insufficienza renale sono la poliuria (aumento dell’urinazione) e polidipsia (aumento della sete). Purtroppo questi sintomi si manifestano quando il 75% della funzionalità renale è compromessa, quindi in fase molto tardiva. La condizione non è reversibile e questo accorcia gravemente la vita dei nostri amici a 4 zampe.

Oggi abbiamo a disposizione un test di laboratorio in grado di evidenziare i primi segni di insufficienza renale molto precocemente, cioè quando il 25% della funzionalità renale è compromessa.

Scoprire prima questa patologia significa correggere precocemente alimentazione e stile di vita alliungando drasticamente la vita e il benessere del pelosetto.

Il test si chiama SDMA e ha un costo che si aggira tra i 40 e i 50 euro.

Si esegue sul sangue con un semplice prelievo.

La SDMA offre una comprensione più approfondita grazie a tre caratteristiche essenziali:

  • la SDMA è un biomarker della funzionalità renale;
  • la SDMA aumenta precocemente, già a partire da una riduzione della funzionalità renale del 25%;
  • la SDMA è specifica per la funzionalità renale e meno influenzata da fattori extrarenali, come le condizioni corporee, l’età avanzata e lo stato patologico.

pastedGraphic.png

pastedGraphic_1.png

 

pastedGraphic_2.png

Lascia un commento