Otiti: 5 miti da sfatare

otiti 5 miti da sfatare
0

Otiti: 5 miti da sfatare

Le otiti o infiammazioni delle orecchie possono essere noiose da trattare. La buona cura per le orecchie e controlli regolari sono indispensabili per ridurre il rischio di insorgenza di queste patologie.

Ecco i 5 miti da sfatare quando si parla di otiti.

  1. Tutte le otiti sono uguali quindi posso usare la stessa terapia dell’ultima volta. FALSO Le otiti sono causate da diversi fattori, infiammatori o infettivi. Nel caso di infiammazioni non è sempre necessario usare antibatterici locali, mentre gli agenti infettivi possono essere vari, come batteri o funghi. In questi casi potrebbe essere necessario scegliere un antibatterico piuttosto che un altro o un anti-fungineo. 
  2. Se rimuovo i peli dall’orecchio il cane non avrà più l’otite. FALSO. Non è raccomandato rimuovere i peli dalle orecchie salvo in determinati casi. Strappare i peli può causare infiammazione e quindi otite. 
  3. Il mio cane si è preso l’otite da un altro cane. Falso. L’orecchio spesso si infiamma secondariamente ad altre cause, come allergie o dermatiti. Quando le condizioni ambientali sono alterate (ad esempio quando l’orecchio si bagna) i batteri e i funghi crescono più facilmente. Questi non sono trasmessi da orecchie di altri cani.
  4. Il cane si gratta le orecchie e si lecca insistente perché si toeletta, come fanno i gatti. FALSO. L’eccessivo trattamento e leccamento è sempre sintomo di prurito. Le allergie sono la causa più frequente di otite. Se il cane si gratta molto prenota una visita veterinaria per controllare la pelle e le orecchie del cane. 
  5. Le orecchie del cane saranno curate e non si manifesterà mai più l’otite. FALSO. Le otiti ricorrenti sono un problema frequente, soprattutto quando non sono ancora ben chiarite le cause sottostanti o in caso di allergie. Il veterinario avrà bisogno della tua collaborazione per tenere sotto controllo le orecchie e limitare l’insorgenza di infiammazioni. 

Articoli Correlati